Domenica 10 giugno la sessione del mattino è stata aperta da Genesio De Stefano, presidente regionale AVIS Basilicata, con la presentazione del Bilancio Sociale associativo per il 2011; a seguire, la relazione di Francesca Danese, vicepresidente del CSVnet la rete nazionale dei servizi al volontariato e a conclusione della giornata, dopo le relazioni dei gruppi di lavoro, l'intervento del Vicepresidente Vicario del Parlamento Europeo Gianni Pittella sul ruolo del volontariato in ambito europeo.

"Il tema del gruppo giovani è stato 'Fa più rumore un albero che cade di una foresta che cresce' insieme ai ragazzi abbiamo scelto di percorrere una strada fatta di emozioni perché facilmente si impara tutto quello che facciamo emozionandoci" spiega Luciana Mancuso, formatrice e counselor professionista che ha seguito il gruppo giovani "i ragazzi si sono lasciati coinvolgere e hanno partecipato attivamente alle sessioni formative riuscendo a cogliere il messaggio ultimo di vivere i momenti di crisi come momenti di passaggio. Guardando al futuro senza uscire fuor di metafora, penso che questi giovani alberi abbiano delle gemme che potranno dare frutti se ben coltivate".

Paola Benevento, insegnante di sostegno nella scuola primaria, ha seguito il gruppo scuola: "Abbiamo affrontato il tema dell'ingresso di AVIS nelle scuole ponendoci in una prospettiva non di proselitismo ma di promozione del dono come un valore di speranza lavorando con un approccio laboratoriale. Dopo alcune indicazioni di carattere generale, i partecipanti sono stati chiamati a dare il loro contributo di idee per ogni grado di scuola, ho lavorato con un gruppo di volontari molto eterogeneo, motivato e propositivo. Sono stati proposti progetti molto interessanti, commentati domenica dal prof. Cattaneo che ha partecipato alla lettura dei lavori apportando commenti e contributi. In conclusione, auspico che questa esperienza venga riproposta con continuità e assiduità".

Ospite della giornata Gianni Pittella che interviene con una riflessione sul futuro: "I giovani sono il presente e il presente è già futuro" rivolgendosi ai giovani di AVIS "costruite il futuro senza recidere le radici con la vostra terra e vostri valori che fanno dei lucani un popolo da sempre rispettato. La Basilicata è stata una regione che ha espresso una buona classe dirigente e professionale nel tempo, laddove per classe dirigente e politica io intendo persone come Genesio De Stefano e i tanti volontari che nel tempo hanno fatto fare dei grandi passi in avanti all'AVIS e alla Basilicata. In Europa ci sono 100.000.000 di volontari e quest'anno è stato l'anno europeo del volontariato; io credo che ci sia bisogno di dare risposte concrete a questo mondo come la Carta europea del volontariato, un Osservatorio europeo, percorsi di formazione continua, scambio buone prassi, la detassazione delle donazioni. Viviamo tempi di crisi ma la crisi c'è quando il vecchio non c'è più e il nuovo non è ancora nato, oggi abbiamo quindi la possibilità di far nascere il nuovo, far nascere la III Repubblica basata sul territorio, sulla partecipazione, sulle persone per fondare la III Repubblica e gli Stati Uniti d'Europa".

A Genesio De Stefano le conclusioni del meeting: "La formazione è un percorso, non è un momento né un evento; non si diventa dirigenti solo manifestando buona volontà e investendo del tempo: queste condizioni non possono prescindere dalla competenza e dalla professionalizzazione. Tutte la fasce dell'associazione devono promuovere percorsi di formazione che qui cominciano e che arrivano nelle assemblee provinciali e comunali seguendo i binari e i principi dell'assemblea regionale. Sono stati due giorni intensi di lavoro elevatissimo ma dobbiamo fare sempre di più, meglio, in qualità e in sicurezza; dobbiamo propagandare i nostri valori, quelli della gratuità, della sussidiarietà, della reciprocità e dell'amicizia. Il volontariato produce 6 milioni di euro per l'economia lucana ma produciamo anche una ricchezza sociale che si ritrova nell'unitarietà dei valori, nelle garanzie sanitarie, nella coesione sociale e nell'interlocuzione verso i decisori di livello nazionale ed europeo. L'appuntamento è per l'anno prossimo, ricordando che responsabilità significa servizio e servizio significa dare quotidianamente e consapevolmente all'altro".

 

 
 
 
 

Avis Regionale Basilicata - Via Giovanni XXIII, 59 - 85100 Potenza - C.F. 96015440769 - Tel. 0971.442991
Realizzazione 3techweb