Riprendiamo quanto pubblicato nei giorni scorsi sul sito di AVIS Nazionale per ribadire che la Direzione Generale dell’Agenzia delle Entrate, con la Circolare 48/E recante: Imposta di bollo – Modifiche alla disciplina dell’imposta di bollo applicabile agli estratti di conto corrente, ai rendiconti dei libretti di risparmio ed alle comunicazioni relative ai prodotti finanziari – Articolo 13, commi 2-bis e 2-ter, della Tariffa, parte prima, allegata al DPR 26 ottobre 1972, n. 642, a pagina 7, ha confermato per le ONLUS la esenzione dal pagamento della Imposta di Bollo.

Allegati:
Scarica questo file (AGENZIA ENTRATE circ.48E del 21_12_12.pdf)Circolare Agenzia Entrate n.48/E del 21/12/2012[Scarica la Circolare]247 kB

Dal primo gennaio 2013 le detrazioni fiscali concesse al contribuente che volesse effettuare erogazioni liberali nei confronti delle ONLUS, sono passate dal 19% al 24%. Nel 2014 saliranno al 26%.
Questo è quanto stabilisce l’articolo 15 della Legge 96 del 2012, recante Norme in materia di riduzione dei contributi pubblici in favore dei partiti e dei movimenti politici, nonché misure per garantire la trasparenza e i controlli dei rendiconti dei medesimi. Delega al Governo per l'adozione di un testo unico delle leggi concernenti il finanziamento dei partiti e dei movimenti politici e per l'armonizzazione del regime relativo alle detrazioni fiscali.
Resta invariato il limite economico su cui calcolare la detrazione, pari a €.2.065,00 e la prescrizione di effettuare la erogazione attraverso sistemi di pagamento tracciabili (es. tramite banca, ufficio postale, carta di credito, debito o prepagata, ecc..).
Resta comunque in piedi il sistema della deducibilità fiscale delle donazioni effettuate a favore delle ONLUS, stabilito con la Legge 80 del 2005, che, all’articolo 14, prevede la possibilità di dedurre fino al 10% del reddito complessivo dichiarato e comunque fino ad un massimo di €.70.000.

Anche il 2012, come accade da molti anni, il bilancio delle donazioni di sangue delle Avis lucane presenta un saldo positivo. In attesa di una rendicontazione più ampia e dettagliata delle attività svolte sul territorio regionale, rendiamo note le cifre più significative che hanno caratterizzato l’azione associativa dello scorso anno.
30.880 donazioni complessive così suddivise: 24.825 donazioni di emazie (sangue intero), 6.055 donazioni in aferesi. L’incremento rispetto al 2011 è stato di 1.489 unità (951 di emazie e 538 di aferesi) in numero assoluto e del 5,07 in percentuale (rispettivamente del 3,98% per le emazie e 9,75% per le aferesi). Tutta la regione avisina è caratterizzata da un segno positivo dal momento che le donazioni sono aumentate in entrambe le provincie, 951 a Potenza (554 emazie e 397 aferesi) e 538 a Matera (397 emazie e 141 aferesi). Un risultato estremamente lusinghiero che ha consentito alla sanità lucana di provvedere al proprio fabbisogno e inviare circa 3.800 unità di emazie al Policlinico Umberto I di Roma.
Marzo, settembre e dicembre sono i mesi in cui si è donato di più, sfiorando, per ognuno di questi periodi, le 3.000 unità; il mese in cui si è donato meno è agosto, periodo in cui si è scesi di poco al di sotto delle 2.000 unità.

 
 
 
 

Avis Regionale Basilicata - Via Giovanni XXIII, 59 - 85100 Potenza - C.F. 96015440769 - Tel. 0971.442991
Realizzazione 3techweb